sabato 18 febbraio 2017

GIORNALISMO SCIENTIFICO: I LIBRI CONSIGLIATI

Ecco i titoli che, secondo l'esperienza del nostro gruppo di esperti con oltre trent'anni nell'insegnamento e nella pratica giornalistico-scientifica, potranno essere utili per chi inizia, e che vengono adottati e consigliati dai nostri corsi di giornalismo scientifico e nuovi media e ai corsi per responsabili ufficio stampa tecnico-scientifico insieme alle dispense dei docenti.

giornalismo scientifico



PER CHI INIZIA 

Piero Bianucci
Te lo dico con parole tue
La scienza di scrivere per farsi capire
Zanichelli

Silvia Bencivelli - Francesco Paolo de Ceglia 
Comunicare la Scienza 
Carocci editore

Y. Castelfranchi N. Pitrelli 
Come si comunica la scienza? 
Editori Laterza

Matteo Finotto 
Scrivere la notizia al tempo del web 
Le Monnier

Giovanni Carrada 
Comunicare la scienza 
Sironi Editore

Samir Okasha 
Il primo libro di filosofia della scienza 
Einaudi


PER APPROFONDIRE 

Rino Rappuoli - Lisa Vozza 
I Vaccini dell'era globale
Zanichelli

Richard Muller
Fisica per presidendi del futuro
Codice Edizioni

Lilia Alberghina - Piera Levi-Montalcini 
Alla scoperta dei Premi Nobel 
Rita Levi-Montalcini
Mondadori

David J. Hand 
Statistica 
Dati, numeri e l'interpretazione della realtà
Codice Edizioni

Anna Curir 
I processi psicologici della scoperta scientifica 
Kim Williams Books

Fabiana Luise 
La comunicazione scientifica istituzionale 
Ed. Accademia Telematica Europea



PER DIFENDERSI DALLA PSEUDOSCIENZA  

Normand Baillargeon
Piccolo manuale di autodifesa intellettuale 
Apogeo

Armando de Vincentiis, a cura di
Giornalismo pseudoscientifico
Disinformazione e sensazionalismotra media e web
C1V Edizioni

Armando de Vincentiis, a cura di
Vaccini, complotti e pseudoscienza
C1V Edizioni

Madsen Pirie 
Come avere sempre ragione 
Usare la logica, abusarne e difendersi
Ponte alle Grazie

Giampiero Dalla Zuanna - Guglielmo Weber 
Cose da non credere 
Il senso comune alla prova dei numeri
Editori Laterza

Matteo Sacchi
Il complottismo è servito
Società Europea di Edizioni - Il Giornale

Paolo Legrenzi 
6 esercizi facili per allenare la mente 
Raffaello Cortina Editore

Martin Gardner 
Hoepli


PER CHI LAVORA IN UN UFFICIO STAMPA 

Mauro De Vincentiis

Comunicare l'emergenza 
Centro di documentazione giornalistica

Mauro De Vincentiis 
Pronto Soccorso 
Come si comunica la crisi in sanità
Centro di documentazione giornalistica



PER CHI DESIDERI MIGLIORARE LO STILE 


William Strunk jr 
Elementi di stile nella scrittura 
Dino Audino editore

Gotham Writers' Workshop 
Lezioni di scrittura creativa 
Dino Audino editore

Ugo Cardinale 
L'arte di riassumere 
Introduzione alla scrittura breve

Roberto Lesina, a cura di
Il nuovo manuale di stile 
Zanichelli

Stefano Brugnolo e Giulio Mozzi
Ricettario di Scrittura Creativa 
Zanichelli

Umberto Eco
Pape Satàn Aleppe

Cronaca di una società liquida 
La nave di Teseo 

Umberto Eco 
Bompiani

Italo Calvino 
Una pietra sopra 
Einaudi



CULTURA DEL GIORNALISMO E NUOVI MEDIA 

Vittorio Sabadin 
L'ultima copia del "New York Times"
Il futuro dei giornali di carta

Andrea Candela 
Dal sogno degli alchimisti agli incubi di Frankestein
Franco Angeli






mercoledì 1 febbraio 2017

PREMIO GIOVEDÌSCIENZA PER RICERCATORI UNDER 35

DIVULGAZIONE SCIENTIFICA: UNA CALL PER I RICERCATORI DI TUTTA ITALIA
Il premio per i ricercatori under 35 diventa “grande”. Inoltre il premio “Futuro” che seleziona progetti di ricerca con un occhio all’impresa e il premio speciale “Elena Benaduce” per ricerche dedicate alla persona e qualità della vita. Candidature entro il 28 febbraio 2017.


Incoraggia impegno e attenzione dei protagonisti della ricerca per la divulgazione scientifica. È il Premio GiovedìScienza dedicato ai ricercatori under 35, un riconoscimento sia dei meriti scientifici, sia delle capacità comunicative, che festeggia il suo sesto anno di vita diventando nazionale. Per il vincitore e i partecipanti l’opportunità unica di un palcoscenico dal quale raccontare la storia e i risultati della propria ricerca, in un periodo in cui la capacità di comunicare e coinvolgere il pubblico è indispensabile per ottenere finanziamenti ma anche per costruire quel ponte tra scienza e società richiesto dalla “terza missione” delle università.


LA COMPETIZIONE

Il merito scientifico è la base di valutazione per selezionare tra i candidati la rosa di dieci finalisti che accede alla fase conclusiva del Premio: la competizione. Protagonisti di un vero e proprio match, una sfida a colpi di immagini e parole, i finalisti hanno a disposizione 6 minuti e 40 secondi per raccontare il loro progetto di ricerca e conquistare due severissime Giurie: quella Tecnica, composta da esperti del panorama scientifico-divulgativo, e quella Popolare, composta da 5 classi delle scuole superiori, che assegna il premio “Mi piace”. Il vincitore riceve un premio di 5mila euro e viene inserito nella programmazione della prossima edizione di GiovedìScienza, con una conferenza dedicata. 


IL PREMIO GIOVEDÌSCIENZA FUTURO

Riceve un premio di 3mila euro e un percorso di tutoraggio il vincitore della sezione “Futuro”, giunto alla seconda edizione e dedicato ai ricercatori che presentano - oltre al progetto scientifico - uno studio di fattibilità. Il premio GiovedìScienza Futuro - realizzato in collaborazione con gli Incubatori di impresa 2i3t dell’Università di Torino e I3P del Politecnico di Torino, Camera di commercio di Torino, UniCredit e Club degli investitori - conferma il coinvolgimento del mondo imprenditoriale, il quarto protagonista della rete già creata dal Premio tra ricerca, mondo della comunicazione scientifica e della scuola.

IL PREMIO SPECIALE “ELENA BENADUCE”

Seconda novità della sesta edizione il “Premio Speciale Elena Benaduce”, dedicato alla psicologa torinese a un anno dalla sua scomparsa, e riservato a lavori di ricerca nell’ambito delle Scienze della vita che si distinguano per la particolare attenzione alla persona e alla qualità della vita. In palio 3mila euro e la possibilità di presentare al pubblico la propria ricerca durante la cerimonia di premiazione. 

Le candidature devono pervenire esclusivamente online, nella sezione dedicata del sito www.giovediscienza.it entro il 28 febbraio 2017. Per info: premio@centroscienza.it
​In allegato il comunicato e alcune immagini



Barbara Magnani
Comunicazione e Ufficio stampa