giovedì 17 marzo 2011

L'alta divulgazione? Parla il linguaggio dei bambini

Sono i bambini le principali vittime dei terremoti, come quello che ha recentemente devastato il Giappone.
Perché? Sono i più indifesi. A differenza degli adulti, infatti, non hanno modo di capire, di informarsi autonomamente da fonti indipendenti: devono affidarsi alle parole degli "adulti" a loro più vicini.

Ecco che qui la "divulgazione scientifica" assume il suo aspetto più nobile, più onorevole: fare comprendere, anche ai più piccoli, che a tutto c'è rimedio, a non farsi prendere dallo sconforto ma a pensare che esiste sempre una soluzione razionale. E' da grandi esempi come questo che possiamo imparare molto.



La crisi nucleare di Fukushima, spiegata ai più piccoli. [Kazuhiko Hachiya via Laughing Squid e BoingBoing]

Nessun commento:

Posta un commento