venerdì 16 settembre 2011

Public Outreach, Knowledge & Tecnology transfer alla Scuola di Otranto




Il Seminario Nazionale di Fisica Nucleare e Subnucleare, prossimo al traguardo dei 25 anni, svolge un ruolo pionieristico nell´affrontare sia tematiche scientifiche di base sia argomenti di interesse applicativo,socio-economico ed industriale. 

Il Seminario, noto anche come Scuola di Otranto, adotta un approccio interdisciplinare e sensibilizza i giovani ricercatori sull´importanza crescente della comunicazione scientifica e della valorizzazione economica dei risultati di ricerca (in particolare, attraverso il trasferimento di conoscenze e tecnologie al mondo produttivo e la creazione di start-up). 

Grazie al costante contributo di analisi e valutazione offerto dai suoi docenti la Scuola intende:
confermare il proprio carattere interdisciplinare;

  • riservare cresente attenzione agli aspetti tecnologici e applicativi;
  • rafforzare l´impegno nella formazione del nuovo skill del ricercatore comunicatore.
  • Per quanto riguarda quest´ultimo aspetto infatti, la figura del ricercatore sarà sempre più spesso chiamata
  • ad illustrare pubblicamente (a studenti, industriali, finanziatori, amministratori e politici) il valore, gli scopi e
  • le potenzialità di sviluppo e sfruttamento economico dell´attività di ricerca.


Oltre che ai dottorandi il Seminario è aperto alla partecipazione dei borsisti e giovani ricercatori che operano nell´Università e negli Enti di ricerca.

Docenti: Marco Anni, Beatrice Bressan, Roberto Cingolani, Giacomo Cuttone, Elisabetta Durante, Marcello Giorgi, Paolo Giubellino, P. A. Mandò, Marcello Maggi, Antonio Masiero, Victor Peskov, Claudio Pasqua, Pantaleo Raimondi, Alberto Rotondi.

Argomenti:

  • SuperB factory (La macchina - La fisica - Le applicazioni)
  • Fisica ad LHC
  • Applicazioni della Fisica alla Medicina
  • Tecniche nucleari per la protezione ambientale
  • Tecniche nucleari per i beni culturali
  • Astrofisica Particellare
  • Fonti energetiche: stato, prospettive e progetti futuri
  • Comunicazione scientifica,Relazioni con media, pubblico e imprese a c. del DISTI


Sito web: www.ba.infn.it/otranto

Officine Cantelmo, Lecce, 26 settembre 2011, ore 16



Elisabetta Durante introduce e coordina gli interventi di
Beatrice Bressan (CERN) e Claudio Pasqua (Università di Milano)

“Il ricercatore comunicatore. Una sfida strategica per l'economia e la societa´"

1-"Public Outreach, knowledge & technology transfer ".

- Cambia il ruolo del ricercatore nella societa´ della conoscenza: tra i suoi compiti, anche quello di comunicare.
- Attraverso la comunicazione passa la valorizzazione degli skills e dei risultati della ricerca, il knowledge & technology transfer, il finanziamento dei progetti.
-Lo spettro delle applicazioni e delle ricadute tecnologiche (il caso della Fisica e del CERN)

2-“Web e Web2.0: luogo della comunicazione scientifica”
Le nuove opportunita´ offerte dal Web e Web 2.0. E rischi connessi...



2 commenti:

  1. Comprendo l'importanza della fisica e lo studio delle particelle , ma le neuroscienze? e le nuove terapie con le staminali ? e poi c'e' anche un'area specifica di grande interesse : la farmacovigilanza!Divulghiamo anche quella ?

    RispondiElimina
  2. Giusta osservazione: questo è un seminario organizzato dall'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare.
    Ma ci sono anche seminari in altri settori della ricerca medica e biomedica, e noi regolarmente li segnaleremo in queste pagine come già abbiamo fatto in passato.
    Rimanete sintonizzati sulle nostre frequenze. :-)

    RispondiElimina