domenica 22 settembre 2013

A TRIESTE IL XCIX CONGRESSO NAZIONALE DELLA SOCIETA ITALIANA DI FISICA

dal 23 al 27 settembre 2013

Più di 600 fisici da tutt’Italia e con competenze in tutti i settori della fisica moderna sono attesi dal 23 settembre nell’Aula Magna dell’Università degli Studi di Trieste, per il 99esimo Congresso Nazionale della Società Italiana di Fisica. Dopo l’inaugurazione, i lavori proseguiranno per l’intera settimana fino alla sera del 27 settembre presso la SISSA (Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati). Le due sedi dei lavori danno testimonianza della collaborazione fra enti scientifici cittadini che ha permesso di ospitare nuovamente a Trieste il Congresso, dopo la memorabile edizione del 1985 quando, nella seduta inaugurale, l’allora Ministro per la Ricerca Scientifica e Tecnologica, Luigi Granelli, annunciò la volontà governativa di far nascere l’Area di Ricerca - Science Park a Trieste. Il Congresso sarà presentato alla stampa lunedì 23 settembre, ore 13.00, Aula Magna dell’Università degli Studi di Trieste.

La SIF, Società Italiana di Fisica, riconosce l’ampiezza dei contributi e l’eccellenza in fisica presenti a Trieste attraverso i riconoscimenti attribuiti a fisici triestini: Edoardo Castelli, Università degli Studi di Trieste e INFN, socio benemerito Giancarlo Ghirardi, Università degli Studi di Trieste, INFN e ICTP, socio benemerito Giuseppe Mussardo, SISSA, premio per l’outreach.

La SIF ha anche voluto affidare la presidenza della maggior parte delle sezioni scientifiche del congresso a fisici triestini: Edoardo Castelli dell’Università degli Studi di Trieste e dell’INFN, Stefano Cristiani dell’INAF, Livio Lanceri dell’Università degli Studi di Trieste e dell’INFN, Erio Tosatti della SISSA e Claudio Tuniz dell’ICTP e dell’INFN.

Le Istituzioni locali organizzatrici dell’edizione 2013 sono: CNR-IOM


  • Consorzio per la Fisica
  • Dipartimento di fisica dell’Università degli studi di Trieste
  • Elettra Sincrotrone Trieste
  • Fondazione Internazionale Trieste
  • ICTP
  • INAF, Osservatorio Astronomico di Trieste
  • INFN, Sezione di Trieste
  • SISSA
  • Università degli studi di Trieste.



A Trieste i protagonisti delle scoperte dell’anno
L’assegnazione di un premio prestigioso; un incontro con i protagonisti di quella che è stata definita universalmente la scoperta scientifica del 2012, il bosone di Higgs; le più aggiornate notizie sull’universo in cui viviamo; l’assegnazione di un dottorato di ricerca honoris causa; un confronto sulla ricchezza del trasferimento tecnologico; il ricordo di Bruno Pontecorvo.

A Trieste, nell’ambito del 99esimo Congresso Nazionale della Società Italiana di Fisica (23-27 settembre) sono previsti, al di là dell’intenso calendario per gli addetti ai lavori, anche alcune iniziative rivolte al grande pubblico:

Lunedì 23/9 mattina durante la cerimonia di apertura dei lavori nell’Aula Magna dell’Università di Trieste, che avrà inizio alle ore 9.00, saranno attribuiti i premi assegnati dalla SIF, Società Italiana di Fisica, fra cui il più prestigioso, il premio Fermi, ad alcuni protagonisti italiani delle ricerche all’acceleratore LHC del CERN, ricerche cui l’Italia partecipa attraverso l’Istituto Nazionale di fisica Nucleare (INFN); a conclusione della mattinata, la relazione scientifica di Paolo De Bernardis dell’Università di Roma La Sapienza sui nuovissimi risultati di astrofisica ottenuti con la missione Planck dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA);

Lunedì 23/9 pomeriggio (14.30 - 16.00) nell’Aula Magna di SISSA si terrà
la sessione scientifica sulla scoperta del bosone di Higgs; relazioneranno 
Fabiola Gianotti del CERN (esperimento ATLAS) e Guido Tonelli dell’Università di Pisa e dell’INFN (esperimento CMS); martedì 24/9 pomeriggio (15.00-17.00) nell’Aula Magna della SISSA avrà luogo la TAVOLA ROTONDA “Scienza e società: la ricerca fondamentale impegnata nel trasferimento tecnologico” moderata da Speranza Falciano, vicepresidente INFN; interverrà, fra gli altri, il rettore dell’Università degli studi di Trieste Maurizio Fermeglia;

Giovedì 26 settembre mattina (10.00-12.00) nell’Aula Magna della SISSA l’attribuzione di “SISSA Honorary PhD Degree to Peter Higgs”, lo scienziato le cui teorie sono oggi all’attenzione di tutti perché confermate dai recenti risultati di LHC.

Inoltre, a cento anni dalla nascita, Bruno Pontecorvo, lo scienziato italiano che ha speso la gran parte della sua vita scientifica nell’Unione Sovietica e che ha dato un contributo fondamentale allo studio dei neutrini, sarà ricordato la mattina dell’inaugurazione, alle ore 11.00 nell’Aula Magna dell’Università di Trieste dalla relazione di Victor Matveev, direttore del Joint Institute for Nuclear Research, istituto internazionale con sede a Dubna.

Nell’arco della settimana del Congresso verranno inoltre proiettati filmati dedicati a Pontecorvo: L’eredità di Bruno Pontecorvo: l’uomo e lo scienziato di Simone Pontecorvo, Carlo Dionisi e Luisa Bonolis Play-act di Giulio Scarpati

Martedì, 24 settembre, Aula 128 della SISSA, ore 12.00
Maksimovic. La storia di Bruno Pontecorvo
di Giuseppe Mussardo
Regia di Diego Cenetiempo

Giovedì, 26 settembre, Aula 128 della SISSA, ore 17.45
Ogni pomeriggio (23-27 settembre) dalle ore 14.00 a rullo in Aula 137 della SISSA:
Miriam Mafai racconta Bruno Pontecorvo
A cura di Gianni Di Giovanni - Laboratori Nazionali di Frascati dellINFN
Bruno Pontecorvo
di Ella Vlaslova

Da “Raccontare la Fisica Esperimenti e Personaggi Esemplari” a cura della SIF
A caccia di neutrini
di Paola Catapano
Regia di Emanuele Angiuli

Per informazioni

Silvia Dalla Torre, direttore Sezione INFN di Trieste e Presidente del Comitato Organizzatore del Congresso
Silvia.DallaTorre@ts.infn.it


Nessun commento:

Posta un commento