venerdì 31 ottobre 2014

RICERCA È CRESCITA: FINANZIAMENTO E IMPATTO SOCIOECONOMICO DELLA RICERCA SCIENTIFICA

Elsevier presenta il terzo Forum Nazionale sulle Politiche di Ricerca “Ricerca è crescita – finanziamento e impatto socioeconomico della ricerca scientifica”

elsevierIllustri esperti del mondo accademico e della ricerca si confronteranno su strumenti e soluzioni innovative per colmare il gap tra le aspettative dei ricercatori e le strategie degli organismi finanziatori per una ricerca più produttiva e incisiva.

Elsevier, leader mondiale nella fornitura di prodotti e servizi di informazione scientifica, tecnica e medica, in collaborazione con l’Università degli Studi di Milano, presenta il III National Research Policy Forum, un evento di alto profilo che si svolge annualmente in diversi paesi europei. Nella sua terza edizione italiana, il NRPF sarà dedicato al tema del reperimento dei fondi e all’impatto socio-economico della ricerca scientifica. L’evento si svolgerà il 5 novembre a Milano, presso la l’Aula Magna dell’Università degli Studi, in via Festa del Perdono, n. 7.

I crescenti vincoli di budget europei gravano sulla disponibilità di fondi per la ricerca. Secondo recenti stime, un taglio del 10% ai fondi destinati ala ricerca per l’anno 2015, attualmente in esame presso la Commissione Europea, potrebbe danneggiare circa 600 progetti collaborativi nell’ambito di Horizon 2020. Allo stesso tempo, meccanismi innovativi di finanziamento vengono ideati e sperimentati nel quadro della cosiddetta Scienza 2.0, con possibili conseguenze sulla distribuzione futura dei fondi. In questo clima di incertezze e novità, il National Research Policy Forum pone gli istituti di ricerca al centro del dialogo tra attori politici e organismi finanziatori da un lato, e rappresentanti della società e del mondo economico dall’altro, perché collaborino nel tentativo di riconciliare obiettivi strategici e benefici di breve termine attraverso nuovi ed efficaci approcci.

I relatori affronteranno poi il tema delle collaborazioni internazionali tra gli scienziati presentando soluzioni innovative per l’aggregazione internazionale dei ricercatori, che consentano di elaborare progetti di ricerca sempre più efficaci e di maggior respiro, partendo dalla premessa fondamentale di una ricerca catalizzatrice di sviluppo e benessere.

Anche quest’anno, i panel accoglieranno illustri rappresentanti del mondo della ricerca, della politica e degli organismi finanziatori, per comunicare esternare esigenze, scambiare opinioni e condividere best practices. Parteciperanno al forum in qualità di relatori: il Rettore dell’Università degli Studi di Milano, Gianluca Vago, il Vice Presidente Esecutivo Research Solution Sales di Elsevier, Gino Ussi, il Direttore Scientifico di Telethon, Lucia Monaco, il Direttore per la Ricerca presso la Fondazione Cariplo, Carlo Mango, il vincitore dell’ERC, Fabio Fornara, la Direttrice della Fondazione Veronesi, Monica Ramaioli, il Direttore dell’Ufficio III, Ricerca Sanitaria, Direzione Generale della Ricerca e dell’Innovazione in Sanità presso il Min. della Salute, Gaetano Guglielmi, il Consigliere del Ministro per la Ricerca e l’Innovazione del MIUR, Mario Calderini, l’Assessore alle Attività produttive, Ricerca e Innovazione, Mario Melazzini*, il Direttore per le Politiche Territoriali di Confindustria, Andrea Bairati, il Consigliere del CUN, Paolo Rossi, il giornalista Pietro Greco e il Direttore delle Relazioni Accademiche di Elsevier, Stephane Berghmans.

Gli interventi si articoleranno in due sessioni tematiche, la prima dedicata al reperimento dei fondi per la ricerca e la seconda al tema dell’impatto socioeconomico di una ricerca più produttiva e mirata. Le sessioni saranno moderate da Chiara Tonelli, Professore di Genetica all’Università degli Studi di Milano, e da Stephane Bergman, direttore per la ricerca e le relazioni accademiche di Elsevier.

I “Forum nazionali per le politiche di ricerca” sono organizzati da Elsevier per incoraggiare un dibattito globale sulla ricerca d’eccellenza e sugli strumenti per la sua promozione e per creare un network tra istituzioni, università, organizzazioni, singoli professori e ricercatori. Il fine è quello di individuare e incoraggiare nuove strade che conducano a risultati sempre migliori. I Forum sono un’occasione per tutti coloro che lavorano nella ricerca per discutere, scambiare conoscenze e opinioni e fare rete. Per maggiori informazioni sui Forum e per registrarsi all’evento di Milano “Ricerca è Crescita: Scientifica” – Finanziamento e impatto socioeconomico della ricerca scientifica, visitare il sito, o l’account Twitter @Elsevier_Events . ***

Informazioni su Elsevier Elsevier è un’azienda leader mondiale nella fornitura di soluzioni informatiche che migliorano le performance dei professionisti della scienza, della salute e della tecnologia, consentendo loro di prendere decisioni più efficienti, fornire assistenza migliore e, a volte, fare scoperte sensazionali ampliando i confini della conoscenza e del progresso umano. Elsevier fornisce soluzioni digitali web-based – tra cui ScienceDirect; Scopus, Elsevier Research Intelligence and ClinicalKey - e pubblica circa 2.220 riviste, incluse The Lancet e Cell, oltre a più di 25.000 pubblicazioni, inclusi alcuni emblematici testi di riferimento.

La società fa parte di Reed Elsevier Group PLC, leader mondiale nell’editoria scientifica, medica, legale e finanziaria, di proprietà di Reed Elsevier PLC e Reed Elsevier NV. I simboli del titolo sono REN (Euronext Amsterdam), REL (London Stock Exchange), RUK and ENL (New York Stock Exchange). Informazioni sull’Università degli studi di Milano L’Università degli Studi di Milano è un istituto pubblico di insegnamento e ricerca che – con le sue otto facoltà, due scuole di specializzazione e uno staff di 2000 professori – si distingue per la varietà dei suoi campi disciplinari. Leader in Italia e in Europa per la produzione scientifica, l’Università di Milano è l’ateneo più grande della Regione, con circa 64.000 iscritti. L’ateneo è anche un’importantissima risorsa per il contesto socio-economico a cui appartiene. Milano è infatti il capoluogo della Regione Lombardia, una delle regioni più dinamiche e cosmopolite dell’Unione Europea, e pertanto di importanza strategica per l’economia nazionale, grazie al suo impegno in prima linea sul fronte degli investimenti in ricerca e sviluppo e nell’innovazione tecnologica. L’università di Milano possiede e conserva un notevole patrimonio artistico e culturale che include importanti edifici storici, pregiate collezioni, archivi, giardini botanici e l’antico Osservatorio di Brera, commissionato da Maria Teresa D’Austria. I dipartimenti dell’Università sono ospitati in importanti palazzi storici del centro di Milano e in edifici moderni situati in un’area detta Città Studi. Tra i palazzi che ospitano le strutture dell’Università, vi sono il “Ca’ Granda”, complesso monumentale del V sec. situato nel cuore del centro storico della città; il Palazzo Greppi, progettato nel XVIII sec. da Giuseppe Piermarini, progettista del Teatro alla Scala di Milano, e il Collegio di Sant’Alessandro, fatto costruire nel XVII sec. dalla Famiglia Arcimboldi. La collezione di libri, una delle più estese della regione, è conservata in 52 biblioteche, mentre il Centro APICE ospita rare e preziose raccolte di libri e archivi.

Nessun commento:

Posta un commento