lunedì 31 agosto 2015

ILLEGALE CREARE FALSI PROFILI SUI SOCIAL NETWORK

“Chi crea falsi profili (detti anche "fake") su Facebook o altri social network è punibile sia civilmente che penalmente”. Infatti, per questa tipologia di reato la legge prevede fino ad un anno di reclusione. Lo ha affermato  la Corte di Cassazione che in una recente sentenza ha portato alla condanna di una donna che aveva creato su Facebook un falso profilo con un nome di fantasia e, con questo account, aveva molestato una vicina di casa.

Image Source: Dennis Skley, Flickr, Creative Commons

Ne parla questo mese il blog scientifico Gravità Zero, che precisa che non c'è necessariamente ipotesi di reato sanzionabile penalmente se si crea solo e intenzionalmente account falsi sul social network Facebook. Tuttavia anche siccome le società che proprietarie dei social network vietano la creazione di falsi profili, la società stessa potrebbe adire il giudice per veder condannare l’utente che ha illegalmente utilizzato il mezzo. Nel migliore dei casi si rischia il blocco del servizio. 

Creare falsi profili sui social network  per occultare la propria identità pubblicare frasi offensive (es. diffamazioni, calunnia, minacce o molestie) che possono ledere la reputazione di qualcuno, può costare caro in quanto va a commettere il reato di “Sostituzione di persona”.

Per la Polizia postale, che è composta da informatici esperti, è alquanto semplice individuare le persone sull’web. Infatti, chi si iscrive a Facebook lascia sempre una traccia di sé. Per esempio, tramite l'indirizzo mail o il numero di cellulare con cui si effettua la registrazione possono partire le indagini.

Gravità Zero spiega anche come si individua un falso profilo, come lo si segnala alle autorità competenti, e poi riporta un caso diverso in cui una azienda (o un datore di lavoro) può creare un falso profilo per "spiare" un dipendente scorretto.



Nessun commento:

Posta un commento